✰ Eventi astronomici di Accademia delle Stelle ✰

Astronomia-Eventi-pubbliciIn questa pagina trovi il calendario degli eventi astronomici organizzati da Accademia delle Stelle.

> Per informazioni aggiornate sugli eventi, guarda sempre la pagina degli aggiornamenti.

> Qui invece trovi il calendario dei corsi Continua a leggere

Nettuno al JWST

In this version of Webb’s Near-Infrared Camera (NIRCam) image of Neptune, the planet’s visible moons are labeled. Neptune has 14 known satellites, and seven of them are visible in this image. Triton, the bright spot of light in the upper left of this image, far outshines Neptune because the planet’s atmosphere is darkened by methane absorption wavelengths captured by Webb. Triton reflects an average of 70 percent of the sunlight that hits it. Triton, which orbits Neptune in a backward orbit, is suspected to have originally been a Kuiper belt object that was gravitationally captured by Neptune.

In this version of Webb’s Near-Infrared Camera (NIRCam) image of Neptune, the planet’s visible moons are labeled. Neptune has 14 known satellites, and seven of them are visible in this image. Triton, the bright spot of light in the upper left of this image, far outshines Neptune because the planet’s atmosphere is darkened by methane absorption wavelengths captured by Webb. Triton reflects an average of 70 percent of the sunlight that hits it. Triton, which orbits Neptune in a backward orbit, is suspected to have originally been a Kuiper belt object that was gravitationally captured by Neptune.

Lascia senza parole la visione che il telescopio spaziale James Webb ci dà del lontanissimo pianeta Nettuno con i suoi sensazionali anelli e lune.

Nonostante la sua straordinaria tecnologia, la sonda Voyager 2 nel 1989 non era riuscita in un’impresa simile: il suo flyby riuscì a testimoniare, per la prima volta, l’esistenza del suo sistema di 5 anelli principali, ma è occorso oltre un trentennio di ulteriore impegno tecnologico e collaborazione della NASA/ESA/CSA per riuscire a farci ammirare i suoi anelli più stretti e luminosi e le bande molto deboli di polveri.
È difficile osservare Il Gigante Ghiacciato perché dista dal Sole 30 volte più della Terra: situato ad una distanza tanto estrema, riesce ad essere raggiunto solo da una debole quantità di luce solare.

>Nell’immagine che osserviamo, il telescopio spaziale James Webb riesce a mostrarci molto chiaramente alcune bande luminose che circondando il Pianeta, che indicano la circolazione atmosferica globale che alimenta i venti e le tempeste del Pianeta.

Nella stessa immagine, possiamo distinguere 7 delle sue 14 lune conosciute: Tritone, Galatea, Naiad, Thalassa, Larissa, Proteus e Despina.

In this version of Webb’s Near-Infrared Camera (NIRCam) image of Neptune, the planet’s visible moons are labeled. Neptune has 14 known satellites, and seven of them are visible in this image. Triton, the bright spot of light in the upper left of this image, far outshines Neptune because the planet’s atmosphere is darkened by methane absorption wavelengths captured by Webb. Triton reflects an average of 70 percent of the sunlight that hits it. Triton, which orbits Neptune in a backward orbit, is suspected to have originally been a Kuiper belt object that was gravitationally captured by Neptune.

In this version of Webb’s Near-Infrared Camera (NIRCam) image of Neptune, the planet’s visible moons are labeled. Neptune has 14 known satellites, and seven of them are visible in this image. Triton, the bright spot of light in the upper left of this image, far outshines Neptune because the planet’s atmosphere is darkened by methane absorption wavelengths captured by Webb. Triton reflects an average of 70 percent of the sunlight that hits it. Triton, which orbits Neptune in a backward orbit, is suspected to have originally been a Kuiper belt object that was gravitationally captured by Neptune.

È proprio la prima, Tritone, a rischiare di essere quasi scambiata per una stella a causa della riflessione della luce proveniente dal Sole. Questa luna, infatti, è coperta da una patina ghiacciata di azoto, la quale riflette circa il 70% dei raggi che riceve, quasi il doppio della nostra Terra.

Il dato più significativo ed interessante di Tritone, oltre alla sua luminosità, sta nella sua orbita retrograda (ovvero un’orbita che ruota attorno a Nettuno in senso opposto rispetto al verso di rotazione del pianeta su se stesso), il che ha portato gli scienziati ad ipotizzare che Tritone fosse in origine un oggetto della lontanissima Fascia di Kuiper successivamente catturato dalla gravità di Nettuno.

Per effetto della sua rotazione retrograda, la sua orbita sia in decadimento: è stato stimato che entro 4 miliardi di anni Tritone colliderà con Nettuno o si disintegrerà a causa delle forze mareali, dando origine ad un nuovo anello attorno al Gigante Ghiacciato.

[ Veronica Malengo ]

Il post su Facebook

La Notte della Luna a Roma 2022

Locandina InOMN+Sabato 1 ottobre 2022 in tutto il mondo si celebra la Notte Internazionale della Luna (InOMN). A Roma, per il tredicesimo anno consecutivo, Accademia delle Stelle aderisce a questa iniziativa della NASA organizzando una manifestazione gratuita di osservazione del nostro satellite attraverso i telescopi.

La cittadinanza è invitata ad ammirare la Luna, e altri meravigliosi oggetti celesti al telescopio presso il grande spazio antistante al Nuovo Santuario del Divino Amore (qui: https://goo.gl/maps/8ADNc9EtNvc8VBHu9) a partire dalle ore 21.
Con i telescopi di Accademia delle Stelle si potranno osservare anche i meravigliosi pianeti Giove e Saturno nonché alcune bellissime stelle doppie, nebulose, galassie e ammassi stellari.
Come sempre verrà data al pubblico ampia consulenza astronomica con spiegazioni e una completa illustrazione del cielo.

L’ingresso è gratuito e non c’è bisogno di prenotazione.

L’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/1443994126083846

Gli altri eventi in arrivo dell’Accademia delle Stelle:

Vacanze Astronomiche in Abruzzo (20-25 settembre):
https://www.facebook.com/events/1168651827238883/

❇️ Corso di Astronomia Fondamentale (dal 19 settembre):
https://www.facebook.com/events/1485963311848679/

✳️ Corso base di Astronomia Pratica (dal 6 ottobre):
https://www.facebook.com/events/853298272257271

Calendario completo degli eventi

Il Webb osserva Giove

Webb’s Jupiter

Una delle più impressionanti immagini prodotte dal nuovo Telescopio Spaziale: Giove con il suo sistema di anelli! Nell’immagine si possono osservare anche le aurore polari di Giove e la Grande Macchia Rossa. Inoltre si riconoscono Amaltea, il quinto satellite di Giove per luminosità, e la piccolissima luna Adrastea, immersa nell’anello di Giove. Continua a leggere

Scuola di astronomia: tutti i corsi dell’Accademia delle Stelle

7Scopri i segreti del cielo con la Scuola di Astronomia dell’Accademia delle Stelle!
Sei corsi differenti durante tutto l’anno: teorici e pratici, base e avanzati, in presenza ed on-line, rivolti a tutti.

Qui trovi il calendario dei corsi, le descrizioni e tutte le informazioni su come iscriversi.

Continua a leggere

Ritorno alla Luna

SLS-ArtemisDopo l’impossibilità di sfruttare la prima finestra di lancio utile del 29 agosto, il viaggio di Artemis I avrà un’altra occasione di partire la sera (ora italiana) del 3 settembre quando, meteo permettendo, inizierà da Cape Canaveral il percorso che ci riporterà sulla Luna, ma per restarci stavolta. Dal Pad 39B infatti, è previsto il primo lancio del tanto atteso SLS (Space Launch System), il razzo più potente mai costruito, che spingerà la capsula Orion verso l’orbita lunare, per una missione che dovrebbe durare circa un mese.

Continua a leggere

Vacanze Astronomiche estate 2022 III

Vacanze Astronomiche-2022-🌟 Per l’ULTIMA edizione del 2022 torniamo ai 1400 metri di quota del Grand Hotel delle Rocche, a Rocca di Mezzo (AQ), nel Parco Naturale Regionale Sirente-Velino.

È la terza edizione del 2022 delle Vacanze Astronomiche dell’Accademia delle Stelle: un’occasione preziosa per tutti gli appassionati di astronomia, di qualsiasi livello, per osservare da un cielo buio incontrando altri astrofili e imparando qualcosa di nuovo sul proprio hobby. Continua a leggere

Scuola di Archeoastronomia 2022 VI ed.

ScuolaArcheoastronomiaVI-locandinaSi terrà venerdì 22 e sabato 23 luglio 2022 la sesta edizione della Scuola Nazionale di Archeoastronomia della UAI. L’evento sarà ospitato nella prestigiosa sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e le sessioni didattiche si potranno seguire anche in streaming  (qui le modalità di iscrizione). Continua a leggere