Scuola Nazionale di Archeoastronomia

ScuolaArcheoastronomiaV-locSi terrà venerdì 23 e sabato 24 luglio 2021 la quinta edizione della Scuola di Archeoastronomia della UAI. L’evento sarà ospitato nella prestigiosa sede del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma. Per la prima volta quest’anno sarà possibile seguire le sessioni didattiche anche in streaming.

La Scuola, che ha il patrocinio della Società Italiana di Archeoastronomia, è frutto dell’impegno di professionisti e docenti di ambiti di ricerca sia umanistici sia scientifici, per fornire agli iscritti gli strumenti fondamentali per orientarsi nel mondo dell’archeoastronomia. Questa disciplina, che si può definire neonata, raccoglie infatti moltissimi contributi di provenienza disparata tra i quali si nascondono sovente teorie fallaci in grado di fuorviare sia i lettori sia la ricerca nel campo. Il più grande pericolo per chi fa ricerca o si accosta all’Archeoastronomia come cultore, è quindi il rischio di prendere per buone tesi false. La Scuola metterà i partecipanti in grado di riconoscere una tesi plausibile da una meno attraverso l’indagine di cosa è una scoperta.

La notizia sull’ANSA 

Docenti universitari e ricercatori professionisti spiegheranno “cos’è una scoperta” nel proprio campo, da quali caratteristiche è contraddistinta, componendo così una guida alla “validazione delle ricerche” attraverso uno sterminato campionario di esempi commentati tratti dalle più disparate applicazioni scientifiche. Riconosciuta dal MIUR come corso di aggiornamento per docenti, la Scuola di Archeoastronomia è rivolta a tutti: studiosi, semplici appassionati e cultori della materia.

Docenti:
Dr. Paolo Colona, astrofisico ed archeoastronomo, responsabile della Sezione di Ricerca UAI “Archeoastronomia e Storia dell’Astronomia”, direttore della Scuola.
Dr. Luca Attenni, archeologo, direttore dei musei archeologici di Alatri e Lanuvio.
Dr.ssa Letizia Silvestri, docente di archeozoologia presso l’Università di Roma “Tor Vergata”
Dr. Lorenzo Verderame, assiriologo presso l’Università di Roma “La Sapienza”, responsabile della riedizione del materiale astrologico babilonese
Dr. Marco Castellani, astrofisico, scrittore e divulgatore, ricercatore INAF presso l’Osservatorio Astronomico di Roma
Dr. Luca Mazzocco, archeologo, storico antico.
Dr.ssa Efrosyni Boutsikas, archeologa, archeoastronoma.

Programma:
VENERDÌ 23 LUGLIO
9.00 registrazione partecipanti e introduzione del Dr. Valentino Nizzo, direttore del Museo di Villa Giulia
9.30 Paolo Colona – Indagare l’antico con l’astronomia: i fondamenti e le più grandi scoperte dell’Archeoastronomia
12.30 – 13.00 discussione
——-
14.00 Paolo Colona – il processo di scoperta: esempi tratti dalle scienze pure e dalle scienze umane in cerca di differenze, similitudini e requisiti in comune.
15.00 Letizia Silvestri – “E quindi uscimmo a riveder le stelle”: viaggio nelle viscere della terra alla scoperta del profondo rapporto tra uomo e cielo attraverso la scienza archeologica
17.30 – discussione
18.00 – Visita guidata al Museo Etrusco di Villa Giulia (ripresa in streaming per gli iscritti alla Scuola)
20.00 – chiusura del primo giorno.

SABATO 24 LUGLIO
9.00 Luca Attenni – Accortezze metodologiche nello scavo e nell’interpretazione del materiale archeologico
10.30 -11.00 discussione
11.00 Efrosyni Boutsikas – Advancing archaeoastronomical investigations: How cognitive analysis can transform our understanding of ancient cosmovision and religious belief
12.30 -13.00 discussione
——-
14.00 Marco Castellani – Come si districa un gomitolo di stelle: passi falsi e successi nella ricerca astrofisica
16.00 Lorenzo Verderame – La “scienza” dei Caldei: l’interpretazione delle conoscenze astronomiche mesopotamiche dal panbabilonismo a oggi.
18.00 Luca Mazzocco – Simbologia stellare nell’iconografia e nell’arte paleocristiana
——-
19.00 – Visita con permesso speciale alla Sala dello Zodiaco di Villa Giulia (ripresa in streaming per gli iscritti alla Scuola)
——- NB per motivi anticovid, l’eventuale sessione serale andrà confermata
Ore 21-23
osservazioni astronomiche: fondamenti di astronomia; le basi dell’osservazione ad occhio nudo; riconoscimento di stelle, costellazioni e pianeti; osservazioni al telescopio
23.00 – chiusura della scuola

Prezzi e modalità di iscrizione
L’iscrizione alla scuola costa 125€, ridotti a 110€ fino a 10 giorni prima dell’inizio.
Ci si può iscrivere a questo link: Scuola di Archeoastronomia 2021
NB Per i Soci UAI la scuola costa 95€, ridotti a 85€ fino a 10 giorni prima dell’inizio e ci si iscrive qui: Scuola di Archeoastronomia – Soci
La quota di iscrizione comprende, oltre alle attività (lezioni in aula, osservazioni astronomiche, visite culturali, materiale didattico):
♦ Associazione alla UAI
♦ Un anno di abbonamento alla rivista Astronomia (formato elettronico)
♦ Almanacco astronomico UAI 2021 (formato elettronico)
♦ Ingresso al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e visita guidata (*)
♦ Visita con permesso speciale alla Sala dello Zodiaco (*)
♦ Materiale didattico
♦ Accesso alle video registrazioni delle sessioni didattiche (anche per chi ha seguito in presenza)
♦ Attestato di partecipazione
 (*) per chi segue in presenza

È possibile seguire la scuola da auditori acquistando le singole sessioni mattutine o pomeridiane (dei punti elencati sopra, questa modalità include solo la visita al museo, solo per chi partecipa in presenza):
• mattina di venerdì – acquista
• pomeriggio di venerdì – acquista
• mattina di sabato – acquista
• pomeriggio di sabato – acquista

Nota per i docenti che desiderino frequentare la Scuola:MIUR
L’UAI, che eroga la Scuola di Archeoastronomia, è Ente Accreditato presso il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) e può erogare corsi di formazione per i docenti.
La  Scuola di Archeoastronomia è stata inserita nella piattaforma S.O.F.I.A. (Sistema Operativo per la Formazione e le Iniziative di Aggiornamento) e i docenti possono accedere al bonus per l’aggiornamento che vale 20 ore.

Descrizione: Percorso formativo in due giorni composto da lezioni in aula, visite guidate ed osservazioni astronomiche volto all’acquisizione di nozioni e competenze necessarie allo svolgimento e allo studio di ricerche archeoastronomiche.

Obiettivi: Fornire le competenze fondamentali per comprendere stato dell’arte, complessità metodologica e potenzialità della ricerca archeoastronomica, e per valutare la validità delle teorie sull’argomento.

È possibile prenotarsi e chiedere informazioni sulla scuola inviando un’email a archeoastronomia@uai.it

SITO UFFICIALE: http://www.uai.it/archeoastronomia/scuola-di-archeoastronomia-2021-v-ed/

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/394282185271595

Comunicato Stampa

La notizia sull’ANSA 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *