Urano

Urano all’opposizione 2022

Urano-opposizioneUrano è il settimo pianeta del Sistema Solare in ordine di distanza dal Sole, il terzo per diametro e il quarto per massa, ed è il più lontano pianeta visibile ad occhio nudo!
La sua magnitudine 5,6 infatti rende possibile adocchiarlo sotto un cielo buio. Purtroppo in Italia stanno scomparendo le condizioni per poterlo fare, e quindi occorre aiutarsi almeno con un binocolo.

Al telescopio Urano si mostra come un piccolo disco di colore verde-azzurro, con un diametro apparente che non arriva a 4 secondi d’arco (3,77″, per la precisione). Si possono occasionalmente osservare alcuni dettagli superficiali (bande atmosferiche), sia pure con estrema difficoltà, con apocromatici di almeno 12 cm di diametro.

È facile trovarlo fra le stelle utilizzando una cartina celeste che riporti la sua posizione, aiutandosi con un binocolo.

La prima di quelle che vi presentiamo presentala sua posizione la notte del 9 novembre 2022, giorno dell’opposizione, alle ore 19, sopra l’orizzonte est. Nel campo si vedono anche i luminosissimi Giove e Marte. Le seguenti sono descritte alla fine dell’articolo. Urano dista 2.795 milioni di chilometri.

Urano si trova nella costellazione dell’Ariete.

In questo articolo, la situazione dei pianeti nel novembre 2022: https://accademiadellestelle.org/cielo-del-mese-novembre-2022/

Nelle seguenti mappe è indicata:
1) la posizione di Urano fra le stelle dell’Ariete la notte del 9 novembre (opposizione); nella carta, per aiutare l’individuazione, sono anche incluse le Pleiadi, tutte le stelle più luminose dell’Ariete, e il brillante asterismo della testa del Cetus (ottenuta con il programma Stellarium)
2) la posizione di Urano mese per mese durante tutto il 2022 (da https://www.nakedeyeplanets.com/uranus.htm)

Urano-opposizione-det

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Urano-2022

Urano e Nettuno: Nuvoloso con Pioggia di Diamanti

20170822_221925

Sulla Terra conosciamo bene la pioggia, una precipitazione atmosferica che si forma quando gocce di acqua cadono al suolo dalle nuvole, su Titano piove metano liquido, e su Urano e Nettuno piovono diamanti. Per la prima volta i ricercatori hanno simulato e osservato questo processo, provando una volta per tutte che questa ipotesi di lunga data è probabilmente corretta. Continua a leggere

Aurore Aliene su Urano

Mentre le aurore su Giove e Saturno sono ben studiate, non si sa molto sulle aurore del pianeta Urano. Sono state riprese per la prima volta dal telescopio Hubble nel 2011 e in seguito, nel 2012 e 2014, gli astronomi hanno nuovamente osservato le aurore del gigante ghiacciato nell’ultravioletto, utilizzando lo strumento Space Telescope Imaging Spectrograph (STIS) sempre a bordo di Hubble. Continua a leggere

L’origine degli anelli di Saturno

fb_img_1478185082589

Un team di ricercatori guidato da Hyodo Ryuki della Kobe University, ha presentato un nuovo modello per spiegare l’origine degli anelli di Saturno, basato su simulazioni al computer. I risultati, pubblicati sulla rivista Icarus, sono applicabili ad anelli di altri pianeti giganti e possono spiegare le differenze di composizione tra gli anelli di Saturno e Urano. Continua a leggere